About Belgrade

Attrazioni turistiche

Belgrado è una città vibrante, sorprendente per la sua diversità e per la ricchezza della sua storia e cultura, ecco perché le attrazioni turistiche sono così tante che è difficile fare una selezione.


Mihailova-street

Via Knez Mihailova

Knez Mihailova è la più vasta area pedonale del centro di Belgrado. Camminando lungo questo Corso è possibile ammirare innumerevoli edifici, monumenti storici e abitazioni costruite alla fine del 1880, come ad esempio: il Parco Fortezza (Kalemegdan), Piazza della Repubblica (Trg Republike) e il Teatro Nazionale (Narodno Pozoriste).



Piazza della Republica

Piazza della Repubblica rappresenta il principale centro di ritrovo e aggregazione per la gioventù di Belgrado ma è anche un utile punto di orientamento per I turisti e per coloro che non conoscono bene Belgrado.

Kosancicev Venac

Kosancicev Venac era originariamente il cuore di Belgrado, attorno al quale la città è stata costruita ed ampliata. Camminando lungo la piacevole strada di ciottoli è possibile ammirare edifici storici e una vista del fiume mozzafiato.

 

Vracar

Vracar è un’altra parte molto interessante della città, appena oltre Piazza Slavija: le sue strade  strette e tortuose  sono piene di abitazioni e piccolo edifici tra I più antichi della città. Nelle vicinanze il tempio di Sava (Harm Svetog Save) e numerosi ristoranti e bar.

 

Dorcol

Dorcol copre l’area tra Corso Knez Mihailova street e il corso del fiume Danubio, questa zona è ricca di popolari bar, pub e ristoranti. Come Vracar, questa parte di Belgrado è tra le più antiche aree residenziali, gli edifici sono piccolo e graziosi.

Zemun

Il quartiere Zemun si trova dall’altra sponda del fiume rispetto al centro di Belgrado, costruito con un lo stile architettonico prettamente europeo, più simile a città come Novi Sad nella regione Vojvodina che a Belgrado. L’area centrale intorno a Via Glavna permette di passeggiare e godere di un’incredibile vista sul lungo fiume.

 

Skadarlija

Vecchio quartiere Bohemian

Skadarlija è l’antico quartiere bohemien della città di Belgrado e risale alla fine del XIX secolo. Ha una storia di oltre 130 anni ma il suo aspetto è rimasto invariato in tutti questi anni. Skadarlija è stato un punto di ritrovo per molti personaggi di rilievo della scena culturale di quegli anni. Spesso viene paragonata alla Montmartre parigina, sia per il suo aspetto ch per l’atmosfera artistica che si respira. I dintorni di Skadarlija sono diventati un’attrattiva turistica popolare, anche grazie alla vicinanza al Teatro Nazionale e l’Operetta, così come auditorium nell’attuale Cinema Balcani. Con la demolizione del Bar Dardaneli nel 1901, oggi sede nel Museo Nazionale, artisti, poeti, scrittori e turisti si sono trasferiti nei piccoli bar-ristoranti di Skadarlija, portando con loro lo spirito e il lifestyle bohemia. A causa della vita notturna, della musica e degli schiamazzi notturni, spesso i residenti si rivolgono alle forze dell’ordine.

 

Assemblea Nazionale

Assemblea Nazionale della Serbia è situate nel cuore di Belgrado, di fronte al Parco dei Pionieri, in piazza Nikola Pašić. L’edificio è stato costruito in stile classico con elementi architettonici rinascimentali e opulente decorazioni al suo interno, realizzate da artisti e artigiani. Questo favoloso palazzo è una delle opera architettoniche di maggior rilevanza dell’architettura serba.

 

Kalemegdan fortress in BelgradeFortezza Kalemegdan

La parte più antica della Fortezza Kalemegdan risale al primo secolo dopo cristo, adibita in principio a campo militare permanente per le milizie romane.
Kalemegdan è un parco fortezza situato nel centro di Belgrado, la sua posizione privilegiata consente la rende il migliore punto panoramico per godere dello spettacolo del Danubio che confluisce nel fiume Sava, nella zona della Nuova Belgrado. Kalemegdan raccoglie in se i resti delle numerose culture che si sono succedute a Belgrado come Celti, Unni, Romani, Greci, Turchi e Slavi.

 

I Palazzi di Belgrado

Belgrado ha tre palazzo principali: Palazzo Vecchio (Stari dvor), Palazzo Nuovo (Novi dvor) e Palazzo Bianco (Beli dvor).
Stari dvor, detto Palazzo Vecchio o Palazzo Reale, è situato all’incrocio delle strade Kralja Milana e Dragoslava Jovanovića. Originariamente è stata la dimora dei sovrani Alexander I e Peter II ed attualmente è la sede dell’Assemblea Cittadina di Belgrado. E’ stato costruito tra il 1882 ed il 1884 con lo stile tipico del XIX secolo, adibito a nuova base per i regnanti del Regno Serbo. Il Palazzo Vecchio ha subito danni a seguito delle due Guerre Mondiali.
Kraljevski dvor o Palazzo Nuovo, fu costruito tra il 1924 e il 1929. E’ una villa monumentale costruita interamente in pietra bianca in stile serbo-bizantino e circondata da parchi e laghetti.  Grazie alla sua elevata posizione, dalla sua sommità è possibile godere di una delle più belle viste di Belgrado. All’interno del Castello si fondono gli stili medievale, barocco e rinascimentale.

Il Palazzo Bianco (Beli dvor) fu costruito tra il 1934 e il 1937 in stile classico (Luigi XV e Luigi XVI). E’ stato adibito a Palazzo Regale Estivo e residenza del presidente comunista jugoslavo Josip Broz Tito quando la famiglia regale fu espulsa a seguito della Seconda Guerra Mondiale. Palazzo Bianco è stato recentemente restaurato e aperto al pubblico come sito storico e galleria d’arte, con opere di artisti internazionali e porcellane che risalgono a Luigi XIV.

 

Casa dei Fiori

La Casa dei Fiori (Kuca Cveca) è un mausoleo e monumento commemorativo al Maresciallo Josip Broz Tito. Interessante da visitare per comprendere il culto della personalità che ha regnato in Yugoslavia per molti anni.

 

Parchi e fontane

parks

Grazie alle vaste aree naturali sia nel centro che nei sui dintorni, Belgrado è una delle capitali europee più verdi. Nelle foreste circostanti Belgrado vivono dozzine di specie rare di volatili e 182 alberi protetti. Le aree verdi di Belgrado coprono oltre 4000 ettari di terreno. I parchi di Belgrado sono relativamente giovani, infatti la maggioranza degli alberi che li popolano hanno meno di 60 anni. Durante la bella stagione, i parchi di Belgrado diventano il luogo migliore per rilassarsi e godersi il sole, lontano dall’afa cittadina. E persino in inverno i parchi di Belgrado accolgono cittadini stanchi della frenesia della città. Il parco più antico è Topčider, formatosi nella valle dell’omonimo fiume. Nella prima metà del XIX secolo quest’area era piana di vigneti e di ville per la villeggiatura di persone facoltose. Nel 1831 Knez Miloš Obrenović ordinò la costruzione del parco, insieme a quella di abitazioni, chiese, ristoranti e caserme. Attualmente Belgrado conta ben 65 parchi pubblici, tra I più noti: Kalemegdan Park, Tašmajdan Park, Park il Parco dell’Amicizia, Hyde Park e il Parco dei Pionieri.

 

Belgrado non ha mai sofferto di carenza di acqua, grazie ai suoi due fiumi, il Danubio e il Sava. Nella città sono presenti all’incirca una quarantina di fontanelle potabili, alcune anche molto antiche, poiché fungevano da punto di incontro per i cittadini di Belgrado. La prima  fontanella potabile fu costruita nel 1927 a Terazije ma venne distrutta nel 1947 durante la ricostruzione della Piazza. Le fontanelle furono costruite inizialmente lungo il corso degli acquedotti romani, decorate come opera d’arte nel XV secolo, come ad esempio la fontanella potabile di Vizier, costruita da Mehmed-Pasha Sokolović a Kalemegdan nel 1576. Molte fontane vennero anche costruite lungo gli acquedotti di Bulbulder, in parallelo con il fiume che porta lo stesso nome. Ci sono 18 fontane costruite nel XIX secolo, le più conosciute sono: Delijska, Čukur, Saka e Skadar.

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Search Hotels

Data di arrivo

Data di partenza

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
You are here: Home Sightseeing Attrazioni turistiche

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the Cookie Policy..

I accept cookies from this site