About Belgrade

Chiese e Basiliche a Belgrado

Belgrado è famosa per le sue bellissime chiese, le basiliche, i monasteri e i luoghi di culto. Nell'area di Belgrado e nelle città circostanti è possibile visitare ed ammirare numerosi monasteri  costruiti alla fine del XV secolo, demoliti e ricostruiti e restaurati nel corso dei secoli, vi sono inoltre chiese cattoliche, ortodosse, sinagoghe e moschee.

 

Cattedrale Saborna CrkvaCattedrale Ortodossa di Belgrado (Saborna Crkva)
Knez Sime Markovica 3, tel:  011 636 684

Saborna Crkva fu costruita tra il 1837 e il 1840 per ordine del principe Knez Miloš Obrenović, si tratta di una chiesa riccamente decorata in stile classico ma con elementi tardo barocchi, situata in Via Kneza Sime Markovica, in un incantevole quartiere.
La chiesa è dedicata all'arcangelo San Michele ed è stata costruita al posto di un'altra vecchia chiesa del 1728. Saborna Crkva è stata demolita e ricostruita numerose volte. Il suo interno è decorato in maniera sfarzosa e tra il tesoro della cattedrale hanno particolare valore una collezione  di antiche monete e dei manufatti in oro (risalenti al XVII - XX secolo). All'interno della cattedrale vi sono anche le tombe dei sovrani Miloš e Mihailo Obrenović. Inoltre nel cortile esterno sono seppelliti due rilevanti figure della cultura serba: Dositej Obradović e Vuk Stefanović Karadžić.

 

tempio-San-SavaTempio di Sava (Hram Svetog Save)
Vračar Plateau, www.hramsvetogsave.com

Il Tempio di Sava è situato nell'altipiano Vračarski ed è dedicato a Sava, il fondatore della chiesa ortodossa serba ed una delle figure più importanti della storia medievale della nazione.
Questo tempio è una delle chiese ortodosse più grandi del mondo, costruita nel luogo in cui il Santo sarebbe stato bruciato sul rogo dai turchi ottomani nel 1595. Il tempio è però molto recente poiché la costruzione è stata completata solo 1985. I lavori si erano interrotti a causa dei bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale. L’altezza complessiva esterna è di 79 metri, mentre all’interno il tempio raggiunge un’altezza di 65 metri. Il Tempio di Sava più ospitare sino a 10.000 persone e al suo interno vi sono tre gallerie per il coro, ciascuna da 700 posti. Grazie alla sua posizione rialzata, questo tempio permette ai suoi visitatori di godere di una splendida visita sull’intera Belgrado.

 

Chiesa di San Nikolaj (Nikolajevska)
Njegoševa 43, Zemun

Chiesa di San Nikolaj si trova nell’antico quartiere storico di Zemun, al di sotto della Fortezza medioevale Gardoš. Fu costruita tra 1725 ed il 1731 in stile barocco, con una sola navata e una torre campanile. E’ internamente decorata con opulente iconostasi, con immagini religiose dipinte da Dimitrije Bačević (rinomato pittore serbo dell’epoca) nel 1762. Nella chiesa di San Nikolaj sono conservate collezioni di oggetti antichi preziosi, monete ed icone del XVIII e del XIX secolo ed inoltre i resti del primo apostolo di Gesù, Sant’Andrea.

Chiesa dell'Ascensione (Vaznesenjska)
Admirala Geprata

La Chiesa dell'Ascensione si trova in via Admirala Geprata, fu costruita nel 1863 su ordine del principe Mihailo Obrenović, per le legioni soldati che erano stabilmente accampati nelle vicinanze. All’interno del campanile sono conservate numerose campane, tra cui la prima campane che risuonò nella cattedrale il 1830 in occasione dell’autonomia politica della Serbia.

 

Chiesa di San Marco (Crkva Svetog Marka)
Bulevar kralja Aleksandra 17

La Chiesa di San Marco è situata nel centro del Parco Tašmajdan ed è stata eretta tra il 1931 e il 1940 sullo stesso terreno di un’antica chiesa risalente al 1835. Il progetto è stato curato dagli architetti Petar e Branko Krstić in stile serbo-bizantino, con una pianta che ricorda l’architettura del monastero Gračanica. All’intero della chiesa vi è il sarcofago con le ossa dell’Imperatore serbo Dušan e un’importante collezione di icone religiose del XVIII – XIX secolo.

 

Chiesa di San Alexander Nevsky
Cara Dusana 63

L’idea per la Chiesa di San Alexander Nevsky nel 1876 per idea del Generale Chernyayev, al comando di una guarnigione di soldati volontari nella regione di Dorćol; questa “cappella mobile” dedicata al Santo Alexander Nevsky fu poi portata a Belgrado e il tempio costruito nel 1929, progettato dall’architetto Jelisaveta Načić. Le statue di marmo visibili sulla facciata sono un dono del Re Alexander I Karageorgevich.

 

Chiesa di Sant'Antonio
Bregalnička 14

La Chiesa di Sant'Antonio da Padova fu costruita 80 anni fa dall’architetto sloveno Jožef Plečnik. E’ rinomata per la sua torre, inclinata di 45 gradi e spesso comparata alla Torre di Pisa. La chiesa è gestita dai monaci francescani, eretta in onore di Sant’Antonio in occasione del 700° anniversario della sua morte, ricordato da una statua di 2 metri e 75 centimetri creata per l’altare principale dal famoso scultore Ivan Meštrović nel 1955.

Chiesa di Santa Petka (Crvka Svete Petke)
Kalemegdan

La Chiesa di Santa Petka si trova nella fortezza di Kalemegdan. Fu costruita alla sorgente di una fonte considerata miracolosa, al posto di una vecchia cappella del 1867. La chiesa attuale fu costruita nel 1937 dall’architetto Momir Korunović. Le pareti interne sono ricoperte da mosaici realizzati tra il 1980 ed il 1983 dall’artista Đuro Radulović. Durante i lavori di costruzione furono trovati e disseppelliti i resti dei soldati che perirono combattendo per difendere Belgrado tra il 1914 e il 1915 e furono trasferiti in un ossario nelle mura al di sotto della torre Jakšić’.

 

Monastero dell'Ascensione della Santa Vergine Maria
Vasilija Gaćeše 8

Il Monastero dell'Ascensione della Santa Vergine Maria fu costruito tra il 1936 ed il 1937 su progetto dell’architetto Pera Popović. Lo stile architettonico è quello tradizionale del medioevo serbo: un tempio a cinque cupole incrociate. All’interno affreschi del 1975 realizzati dal pittore Dušan Mihajlović. Il monastero contiene la cappella di San Nicola con iconostasi intagliate in legno ed icone del XVII – XX secolo. Nel cortile esterno sono sepolti: Josip vescovo di Skopje, Dositej vescovo di Zagreb, Arsenije vescovo di Budim e Damaskin vescovo di Zagreb.

 

Monastero di San Michele l'Arcangelo
Patrijarha Dimitrija 34

Il Monastero di San Michele l'Arcangelo è stato costruito nel XVI secolo. Lo stile è quello di Morava: pianta a tre volte con cupola a sei lati. Le antiche iconostasi sono state sostituite nel 1862 con delle nuove intagliate con i fondi del principe Mihailo Obrenović e nuovamente restaurate nel XX secolo dal monaco e pittore Rafailo Momčilović. All’interno del monastero è possibile ammirare una ricca collezione di libri del XVII – XIX secolo. Inoltre il monastero ospita le spoglie della famiglia Obrenović e del generale Milivoje Blaznavac, mentre nel cortile esterno sono sepolti il Duca serbo e ribelle Vasa Čarapić, Naum Ičko, Patriarch Dimitrije, Sebastijan Roš ed altri personaggi di rilievo della storia serba.

 

Monastero di San Gabriele l'Arcangelo
Gradski park bb, Zemun

Monastero di San Gabriele l'Arcangelo fu costruita nel 1786 per ordine di Teodor Toša Apostolović da Thessaloniki, un importante commerciante di cera, sapone e candele. Inizialmente il monastero venne utilizzato per la quarantena al confine tra Turchia ed Austria.
Le iconostasi, intagliate in legno e rivestite d’oro, sono in stile barocco e le icone sono state dipinte da Dimitrije Bratoglić e dal suo assistente Konstantin Lukić tra il 1830 e il 1831.

 

Sinagoga di Belgrado  
Maršala Birjuzova 19

La sinagoga di Belgrado è situata nel centro della città ed è al momento l’unica sinagoga attiva di tutta la Serbia. E’ stata consacrata nel 1926 dal rabbino Shlang, eretta sul terreno che ospitava la società ebrea di Ashkenazi.  La sinagoga è utilizzata dagli ebrei Sefarditi che vivono tuttora a Belgrado, dopo essere sopravvissuti all’olocausto. La funzione religiosa viene celebrata ogni venerdì sera e sabato mattina e durante le festività ebree.

 

Moschea Bairakli (Bajrakli Dzamija)
Gospodar Jevremova 11, tel. 2622428

Moschea Bairakli è l’unica moschea attiva rimasta a Belgrado. E’ stata costruita intorno al 1575 come una delle 273 moschee erette nella città durante il dominio turco.
La moschea Bajrakli è ritenuta uno degli edifici più antichi di Belgrado. Si tratta di un solo locale con cupola e minareto. Durante il dominio austriaco (1717-1739) fu tramutata in chiesa cattolica (mentre la maggior parte delle moschee fu demolita). Tornò ad essere una moschea quando i turchi tornarono al potere e fu denominata Moschea Bajrakli per ricordare la bandiera che fu eretta come simbolo delle preghiere che si innalzavano da tutte le moschee. Nel XIX secolo fu ristrutturate e divenne la principale moschea di Belgrado.

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Search Hotels

Data di arrivo

Data di partenza

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
You are here: Home Sightseeing Chiese e Basiliche

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the Cookie Policy..

I accept cookies from this site