About Belgrade

La città di Belgrado

Belgrado, in serbo Бeоград (da Beo bianco e Grad città), è la capitale della Serbia e una delle città più popolate dell’Europa sud orientale.
Belgrado si trova in una posizione strategia, nel punto in cui il fiume Sava confluisce nel Danubio. Il centro storico Kalemegdan si trova sulla sponda destra dei fiumi. A partire dal XIX secolo la città ha continuato ad estendersi a sud ed est e, dopo la Seconda Guerra Mondiale, la Nuova Belgrado è stata costruita sulla riva sinistra del fiume Sava.
Per via della sua pozione, Belgrado veniva chiamata anche “La porta dei Balcani” e la “Porta dell’Europa Centrale”.
La città copre un’area di 322.268 km² e ha una popolazione di circa 1.750.000
abitanti. equivalente al 21% della popolazione totale della Serbia. Belgrado è una città giovane, più del 4% dei suoi cittadini ha tra i 15 e i 44 anni.
Il territorio di Belgrado è diviso in 17 municipalità: 10 urbane (Čukarica, Voždovac, Vračar, Novi Beograd, Palilula, Rakovica, Savski venac, Stari grad, Zemun, Zvezdara) e 7 suburbane (Barajevo, Grocka, Lazarevac, Obrenovac, Mladenovac, Sopot, Surčin).
La lingua ufficiale è il serbo, del ceppo delle lingue slave meridionali; le trascrizioni in cirillico e in latino sono entrambe ufficialmente usate e insegnate a scuola. L'alfabeto cirillico serbo ha la particolarità di avere 30 lettere (una lettera per ogni fonema).

Geografia e clima

Belgrado si trova 116.75 m sopra il livello del mare. Le coordinate geografiche del centro della città (Via Knez Mihailova) sono latitudine nord 44°49’14" e longitudine est 20°27’44".
Belgrado e i suoi dintorni consistono in due ambienti naturali differenti: il Bassopiano Pannonico nell'area nord e la regione di Šumadija  a sud.
I rilievi montuosi più alti sono Kosmaj (628 m) e Avala (511 m).
A sud vi sono ampi altipiani intervallati da valli e fiumi. Complessivamente i fiumi si estendono per oltre 200 km, formando anche 16 isole: le più grandi sono Ada Ciganlija e l'Isola della Grande Guerra.

Belgrado ha un clima continentale moderato, con quattro stagioni e precipitazioni uniformi nel corso dell'anno (circa 680 ml di pioggia annuali), la primavera è la stagione più piovosa. L'autunno è più lungo caldo e assolato della primavera. Gennaio è il mese più freddo ma gli inverni non sono particolarmente rigidi. In media sono 21 i giorni in cui la temperatura va al di sotto degli 0° C. La temperatura media varia da 0.4 °C in gennaio a to 21.8 °C in luglio.
Statisticamente vi sono 95 giorni ogni anno in cui la temperatura è più altra di 25 C°. In ottobre vi sono due settimane di "Estate tardiva" chiamate l'estate di San Martino (Miholjsko leto).
Un altro elemento distintivo del clima di Belgrado è il Košava, un vento forte e gelido proveniente da sud est che si alza dai Monti Carpazi e scaccia le nubi portando il bel tempo a Belgrado. Generalmente il Košava soffia in autunno e inverno, ad intervalli regolari di 1-3-7 giorni. La sua velocità media è di 25-43 km/h ma può raggiungere fino a 130 km/h.

 

Stemma di Belgrado
BandieraBelgrade

Il primo riferimento alla stemma risale al 1403, quando Belgrado fu dichiarata capitale della Serbia per la prima volta. La tradizione dello stemma fu interrotta durante l'occupazione turca e venne ripresa sono nel XVIII secolo, con la conquista della città da parte degli austriaci. A quel tempo, in seguito ad una proposta del governatore Alexander Wurttemberg, il Concilio Regale di Belgrado adottò un nuovo simbolo nel 1725. Nel 1931 il Presidente della Municipalità di Belgrado, il Sig.Mr Milan Nešić, costituì un comitato ad hoc composto da araldisti, artisti, generali di stato, professori universitari e consulenti. Dopo numerosi incontri, il 19 maggio 1931 furono comunicate le caratteristiche che lo stemma doveva racchiudere. Innanzitutto il blasone doveva essere a forma di scudo e leggermente appuntito verso il basso.
Lo stemma doveva racchiudere quattro componenti:
- i colori nazionali;
- il fiume: simbolo del potere originario di Belgrado;
- una nave romana (trireme): simbolo dell'antica Belgrado;
- una torre con le mura bianche e il portone aperto: simbolo della città mercantile, del libero mercato e della comunicazione.
Anche i colori scelti hanno un valore simbolico: il terreno tra i fiumi e sotto le mura è rosso, come il sangue versato e l'eterna sofferenza di Belgrado; le mura e la torre sono bianche poiché Belgrado è la "città bianca" e il cielo azzurro simboleggia la speranza e la fede.
In base a tutte le sopracitate caratteristiche, fu il pittore di Belgrado Đorđe Andrejević-Kun a vincere una competizione per il blasone con la migliore composizione grafica. Il suo progetto venne adottato e stampato sulla Gazzetta di Belgrado "Beogradske opštinske novine", N. 1/32. Dopo la Seconda Guerra Mondiale lo stemma della città fu messo da parte e solo nel 1991 un nuovo comitato fu costituito dall'Assemblea Cittadina di Belgrado. Il gruppo di lavoro ristabilì la legittimità del blasone del 1931 apportando solo tre piccole correzioni grafiche al layout e alla bandiera.

Economia

Belgrado è il motore economico dell'intera Serbia e la sede principale della Banca Nazionale. La maggior parte delle principali aziende hanno base a Belgrado, come ad esempio Telekom Srbija, Jat Airways, Telenor Serbia, Elektroprivreda Srbije, Comtrade group, Komercijalna banka, Delta Holding e Ikarbus. La Nuova Belgrado è il distretto commerciale principale in particolare per i settori alimentare, metallurgico e chimico industriale.
A causa della tempestosa situazione politica ed economica degli anni '90 dello scorso secolo, l'economia di Belgrado, così come quella di tutta la nazione, fu pesantemente afflitta da un embargo commerciale internazionale.

La moneta jugoslava (Dinar) ha sofferto dei tassi di inflazione più alti mai registrati nel mondo. A partire dal 1995 l'economia di Belgrado è riuscita a sconfiggere l'inflazione e non ha smesso di crescere costantemente da allora.
Nel 2009, alcune indagini hanno dimostrato che oltre il 40% del PIL dell'intera Serbia e il 31,4% della popolazione occupata proviene da Belgrado. Lo stipendio medio mensile del 201 è stato di 46.500 RSD (€505).

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Search Hotels

Data di arrivo

Data di partenza

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
You are here: Home Storia e Cultura La città di Belgrado

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the Cookie Policy..

I accept cookies from this site